SKY, STAMPA ROMANA: "BENE REGIONE, TRADURRE SEGNALI IN AZIONI CONCRETE"

Roma, 03 FEB - "È quello che viviamo un tempo caratterizzato da lacerazioni, divisioni, puntigli. Fronti spaccati che fanno solo male alle comunità che politica e forze sociali rappresentano. Quello che abbiamo visto oggi nella Commissione regionale per il Pluralismo dell'Informazione sulla vicenda Sky è finalmente qualcosa di diverso. Il lavoro del presidente Cangemi e della Commissione ha portato attorno a quel tavolo tutti i sindacati, tutte le forze politiche regionali, il presidente del Corecom Petrucci, la Giunta regionale rappresentata dall'Assessore al lavoro Valente e il Comune di Roma Capitale rappresentato dal vicesindaco Luca Bergamo e dall'assessore a Roma semplice Marzano". Così, in una nota, Lazzaro Pappagallo, Segretario Associazione Stampa Romana. "Abbiamo sentito parole convergenti. La voglia di ribadire la centralità produttiva delle telecomunicazioni nel nostro territorio. La voglia di non lasciar scivolar via come nulla fosse una grande realtà come Sky. La voglia di agire sulla Presidenza del Consiglio con gli attori politici più alti del territorio, Virginia Raggi e Nicola Zingaretti. Questi segnali - aggiunge - devono tradursi in azioni concrete in un tempo molto rapido. L'azienda non perderà giorni per chiudere la vertenza con i suoi metodi ma la buona politica unita può indicare strada, paletti e rispetto delle regole per il futuro del nostro territorio, ritrovando la missione di servire comunità e cittadini e di indicare un orizzonte produttivo al territorio. Stampa Romana continuerà a impegnarsi  nella mobilitazione all'interno della categoria e ringrazia tutti i comitati di redazione che in questi giorni sono stati solidali con i giornalisti e i lavoratori di Sky".