RIFORME, CANGEMI: "IL TGR LAZIO NON E' EQUILIBRATO. GARANTIRE LA PAR CONDICIO"

Roma, 28 nov. - "L'informazione locale nel Lazio garantisca equilibrio tra i sostenitori del sì e quelli del no in vista del referendum del 4 dicembre. Abbiamo audito, in commissione di vigilanza sul Pluralismo dell'informazione, i rappresentanti del Comitato regionale per le comunicazioni (Corecom) e la struttura amministrativa di supporto al Comitato, ed è emersa una disparità di trattamento all'interno del Tg regionale, con maggiori spazi sul referendum dedicati ad un fronte rispetto all'altro". E' quanto dichiara il consigliere regionale del Lazio, Giuseppe Cangemi, Presidente della Commissione consiliare di Vigilanza sul Pluralismo dell'informazione della Pisana.
"L'appello della Commissione è che nel Lazio sia assicurato non solo il pluralismo dell'informazione - aggiunge - ma anche la giusta e corretta presenza di tutte le varie posizioni all'interno dei sostenitori del sì e del no. Vigileremo affinché tutto ciò sia rispettato dagli organi di informazione e venerdì 2 dicembre convocherò in audizione, insieme ai vertici del Corecom,anche i rappresentanti di Agcom regionale".