Omniroma-BOLLO AUTO, CANGEMI: PER AUTO STORICHE TORNARE A TASSA FORFETTARIA

(OMNIROMA) Roma, 22 GEN - "Tornare al bollo forfettario per le auto storiche del Lazio, pronto emendamento che presenteremo al collegato alla finanziaria". E' quanto dichiarano, in una nota congiunta, i consiglieri regionali del Lazio Giuseppe Cangemi (Ncd) e Mario Abbruzzese (Fi). "Come al solito la giunta Zingaretti ha fatto i conti senza l'oste - aggiungono - La decisione di reintrodurre, con la finanziaria 2015, il bollo auto ordinario per le auto e le moto storiche del Lazio rischia di rivelarsi un grave boomerang. Le auto storiche fanno parte del patrimonio storico culturale del nostro paese e, come segnalano molte associazioni, rappresentano anche una significativa opportunità di lavoro per tutto l'indotto che vi ruota intorno. Fino al 2014 i possessori di questi veicoli erano tenuti a versare una tassa in forma forfettaria, come peraltro già accade in altre regioni dove il bollo oscilla tra i 30 e i 60 euro. Il ripristino nel Lazio dellla tassa automobilistica ordinaria porterà molti possessori di auto storiche a rottamare i veicoli poiché le cilindrate sono maggiori delle automobili di oggi e il corrispettivo del bollo diventerebbe piuttosto elevato e non conveniente per chi mantiene le auto storiche solo per brevi passeggiate o raduni domenicali. Tutto ciò, oltre a non portare fondi aggiuntivi alle casse della regione Lazio avrà ricadute negative sull'economia dell'indotto che lavora ad esempio con i raduni, come ristoranti e alberghi, e di tutte quelle aziende fatte di officine, elettrauti, tappezzieri e ricambisti che si occupano della manutenzione e conservazione dei veicoli. Altre regioni come la Lombardia, Emilia Romagna, Veneto e Toscana sono tornate alla tassazione forfettaria; altre sono in procinto di farlo e per tutte queste ragioni - concludono -  quando si discuterà il collegato alla finanziaria regionale, presenteremo un emendamento affinché ciò avvenga anche per i possessori di auto e moto storiche del Lazio".