CALCIO. CAMPAGNA CANGEMI: INIZIATIVE CONTRO BULLISMO TORNANO NEL 2020

(DIRE) Frosinone, 30 novembre 2019 - Al Benito Stirpe, durante la partita di serie B Frosinone-Empoli, sfilano i baby calciatori della No Bulli Cup. Tappa in casa dei gialloazzurri per la campagna contro il bullismo e il cyberbullismo promossa dal vicepresidente del Consiglio regionale del Lazio, Giuseppe Cangemi, insieme alle societa' di calcio AS Roma, SS Lazio e Frosinone Calcio. Una giornata dedicata allo sport e al sociale iniziata con il torneo No Bulli allo stadio Luigi Meroni: triangolare Roma, Lazio e Frosinone per la categoria 2011 e incontri a gironi per gli atleti 2010 delle tre societa' professionistiche e le affiliate Dabliu e Ponte di Nona (Academy AS Roma); Centro Formazione Lazio e Sporting San Giacomo (Academy Lazio); Accademia Gialloazzurri e Scuola dei Leoni (Frosinone Calcio).  "Si chiude la prima parte di un progetto che ha coinvolto centinaia di atleti impegnati, insieme ai tecnici e alle famiglie, a dare un messaggio forte contro il bullismo e a sostegno della cultura del rispetto" ha detto Cangemi, annunciando che "andremo avanti con la campagna anche nel 2020". A portare il saluto agli atleti anche il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mauro Buschini il quale ha sottolineato l'importanza della campagna "per educare i nostri ragazzi e sostenere i valori positivi dello sport". Al termine della No Bulli Cup, i piccoli calciatori sono stati ospitati allo stadio Stirpe dalla Frosinone Academy Calcio, guidata dal presidente Luigi Lunghi, per assistere alla partita Frosinone-Empoli e tra il primo e il secondo tempo hanno sfilato con indosso la maglia No Bulli. Tutti insieme per dare un calcio al bullismo.